Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

2 GIUGNO 2014 31/07/2014

Al liceo abbiamo appreso il senso grammaticale del duale, ovvero una categoria linguistica che indicava parti doppie – mani piedi occhi - differenziandosi sia dal singolare che dal plurale.

Oggi conosciamo il duale politico in virtù del quale soggetti politici che provengono da due fazioni opposte, confluiscono in un partito unico che li contiene e rappresenta entrambi.

Il Partito Democratico potrebbe essere facilmente liquidato come il partito delle ambiguità o delle doppiezze, ma non si coglierebbe il senso storico della sua essenza, né la sua consistenza che sta proprio nel senso duale della intercambiabilità dei soggetti che lo compongono e che se ne sentono rappresentati.

Il tutto e il contrario di tutto, il “sì ma anche”, il patto tra Peppone e don Camillo, nel grigiore di una autoreferenzialità che non sa più leggere le differenze al di fuori di sé.

Il Partito Democratico non sarà più in grado di tollerare una opposizione che ne contrasti finalità e metodi, e si erigerà a benefattore sdegnato contro coloro che gli si mostreranno irriconoscenti: “dopo tutto quello che abbiamo fatto per voi!”.

Il senso duale della sua struttura sta proprio nella cannibalizzazione degli opposti non lasciando spazio a chi non accetta di farsi cannibalizzare.

Ora in quel partito non c’è davvero più spazio per le ideologie e ciò che resta è solo la scalata del potere.

L’Italicum è il metodo perfetto per il raggiungimento di questo scopo e la soppressione del Senato diventa addirittura il suo imprescindibile corollario.

Eliminare la rappresentatività del dissenso sarà una partita facile ma ciò che non è ancora chiaro, è come vorranno eliminare il pensiero dissenziente.

Il 2 giugno 2014 sarà una occasione per ricordare al PD che il pensiero unico non è mai stata una soluzione democratica per nessuno.

 

Carla Corsetti

ritorna alle news
Altre News
L'ITALIA SBRICIOLATA
Il disastro di Genova
Leggi tutto
DIRITTO ALLA CONOSCENZA
Tutti gli uomini per natura desiderano sapere
Leggi tutto
LURIDE ZAMPE
Non abbiamo dimenticato le responsabilità della Chiesa cattolica...
Leggi tutto