Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

2016 01/01/2016

Se il 2016 sarà migliore, non dipenderà di certo dalle politiche neoliberiste adottate dal Governo, che stanno incidendo sulla qualità della vita con indubbio danno.

Dipenderà piuttosto dal fatto che, per molti, la vera e autentica tradizione italiana è quella di sapersi organizzare in cellule di antistato, individuali e familiari, che non contemplano alcuna forma di solidarietà civile.

L’opportunismo e la prevaricazione sono risposte prevedibili in uno Stato che anestetizza la Nazione con trasmissioni televisive di cucina e di catechesi permanente.

Non abbiamo ancora una legislazione che renda più semplice la vendita delle armi anche nei tabaccai, come avviene negli Stati Uniti, ma presto l’avremo e allora anche noi potremo vantare studenti che entreranno a scuola per sparare ai compagni e inquilini che risolveranno diversamente i problemi condominiali senza passare per le assemblee.

Per ora ci limitiamo a vendere le armi ai Paesi africani e mediorientali i quali, a loro volta, le rivendono all’ISIS, e di sicuro queste vendite si protrarranno anche per il 2016.

Facendo finta di combattere il terrorismo, aumenteremo allegramente la spesa militare.

Nel 2015 abbiamo dirottato oltre 29 miliardi di euro verso le spese militari, quasi ottanta milioni al giorno, sottratti alla scuola, alla sanità, al welfare, e nel 2016 si prevede un aumento di dotazioni militari strepitoso: se tutto va bene arriveremo a cento milioni al giorno.

Ma si sa, siamo una colonia degli USA e se Obama ordina, Matteo esegue.

Anche il Presidente Mattarella ci ha stupito per sottomissione e subordinazione: concedere la grazia a due agenti della CIA che avevano rapito un presunto terrorista, per sottrarlo alla procura milanese, non è stato di certo un gesto qualificante di affermazione della sovranità nazionale.

Nel 2016 accetteremo di essere messi sotto controllo, accetteremo la limitazione delle nostre libertà in nome della sicurezza, accetteremo senza porci domande, la mercificazione del lavoro dopo aver conosciuto la disperazione della disoccupazione.

Accetteremo che la lobby vaticana, potente e pericolosa, continui ad ingannare la popolazione con la finta rivoluzione bergogliana che di rivoluzione ha solo la traiettoria ellittica di un centro di potere attorno ad una massa di creduli e di opportunisti.

Il 2016 non sarà migliore in termini oggettivi, lo sarà perché ci stiamo semplicemente abituando al peggio.

Ad maiora.

ritorna alle news
Altre News
...QUEL FATTACCIO DELLA PEDOFILIA
CARLA CORSETTI A VENEZIA 22 APRILE ALBERGO AMADEUS ORE 17.30
Leggi tutto
LA MESSA IN TRIBUNALE
Mentre il Consiglio di Stato consente le messe a scuola, i Presidenti dei...
Leggi tutto