Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

BAMBINO GESU' 07/01/2017

In una recente intervista Mariella Enoc, presidente dell’ospedale Bambino Gesù, ha affermato che “il fatto che l’ospedale sia della Santa Sede comporta che risponda anche alle sue radici cristiane e ai valori del Vangelo”.

Ora si spiega come mai in quell’ospedale ci si è autoproclamati in extraterritorialità e non si pagano le tasse, deve essere scritto in qualche versetto del Vangelo la cui interpretazione ci è sfuggita.

Nel gennaio del 2016 Democrazia Atea aveva spedito una missiva al Presidente del Consiglio dei Ministri - dott.Matteo Renzi, al Ministro dell’Economia e delle Finanze – dott.Pier Carlo Padoan, al Ministro della Salute – sig.ra Beatrice Lorenzin, ai Capigruppo di Camera e Senato, alla Procura Generale presso la Corte dei Conti, al Presidente della Regione Lazio – sig. Nicola Zingaretti, al Direttore Centrale dell’Agenzia delle Entrate – dott.ssa Rossella Orlandi, - http://democrazia-atea.it/news/in-nome-del-bambino-gesu/464/ - chiedendo di disporre una indagine conoscitiva volta a confermare se sia o meno conforme a normativa e giurisprudenza l’esenzione fiscale dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù.

Nessuna delle autorità in indirizzo ha dato riscontro alla richiesta.

L’evasione fiscale in Italia è perseguibile quasi per tutti, ma guai a toccare i privilegi illegali di questa gente, anzi, per costoro l’evasione è finanche favorita dallo Stato.

Le dichiarazioni rilasciate dalla Enoc, ed in particolare l’affermazione secondo la quale “i conti degli ospedali si risanano con rigore e umanità” confermano, ove ce ne fosse bisogno, che la mistificazione che accompagna il loro agire, è sconcertante.

ritorna alle news
Altre News
L'ITALIA SBRICIOLATA
Il disastro di Genova
Leggi tutto
DIRITTO ALLA CONOSCENZA
Tutti gli uomini per natura desiderano sapere
Leggi tutto
LURIDE ZAMPE
Non abbiamo dimenticato le responsabilità della Chiesa cattolica...
Leggi tutto