Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

Cappellani militari: arruolato il vangelo 31/03/2011

 L' Italia e' piena di chiese cattoliche, evangeliche , sale del regno dei testimoni di geova, di templi israelitici e adesso anche di moschee: ciascuno si regoli come vuole nel tempo libero.

Soprattutto a proprie spese, non piu' a quelle dello Stato.  

Non vi e' alcuna pregiudiziale nei confronti della religione  e dei suoi ministri  ma  si ricorda, che "visto l' articolo 11  della legge 382.78, concernente i diritti e i doveri dei militari, i ministri del culto che assicurano l' assistenza spirituale alle Forze Armate appartengono solo alla religione cattolica". 

I cappellani militari cattolici godono di strutture all' interno delle caserme  (cappelle, uffici, segreterie e auto di servizio) nonche' del trattamento economico equiparato a quello degli ufficiali.  

Tale servizio di assistenza spirituale costituisce un costo notevole per lo Stato,  e i militari, cittadini come tutti, possono fruire delle strutture delle diverse religioni esistenti all' esterno delle caserme.   Si attivi presso gli organi legislativi  un'iniziativa per l' abolizione del servizio di assistenza spirituale.

Ogni Caserma dell'Esercito , della Marina e dell' Areonautica  ha un cappellano cattolico (stipendio da ufficiale, auto e autista, alloggio, segretario) che quando si sposta gode del "trattamento di missione : rimborso spese per ristoranti, alberghi e mezzi di trasporto. Tutto questo per un credo che, in base al nuovo Concordato del 1984, non e' piu' religione di Stato. 

Perchè non scegliere anche per i Cappellani nelle Forze Armate un ruolo di presenza sul modello della Polizia di Stato o degli Istituti Penitenziari, dove i Cappellani non sono inquadrati nella struttura? 

Insomma, un ministero di accompagnamento spirituale ma libero dalle stellette, e previsto  per tutte le confessioni, libero anche dal lauto stipendio e dai privilegi dovuti al fatto che si è parte della gerarchia militare.

Un ordinario militare "Generale" , ad oltre 4000 euro al mese, forse è un po' troppo!

Perchè allora non tornare ad essere preti come gli altri, inseriti in una Diocesi come le altre?

Perchè non affidare la cura pastorale dei militari alla parrocchia nel cui territorio sorge la caserma ?

Il clero dell'ordinariato militare italiano è arruolato nelle forze armate, ed i sacerdoti sono equiparati agli ufficiali.

All'uopo  va ricordato che l'Ordinario militare (che assume il grado militare di generale di corpo d'armata è assistito nella sua attività da un Vicario generale (che sostituisce l'Ordinario nelle sue funzioni in via rappresentativa, lo coadiuva nell'azione, fa le sue veci in caso di impedimento o assenza; assume il grado di generale di divisione e relativo stipendio), e due Ispettori (hanno funzioni di vigilanza sull'Ordinariato, e grado di brigadier generale ovviamente con stipendio previsto per il grado).

Per meglio prestare il proprio servizio, l'ordinariato italiano è suddiviso oggi in sedici zone pastorali geografiche.

La giurisdizione ecclesiastica dell'Ordinario riguarda territorio e persone; da egli dipende una struttura gerarchica che comprende anche il personale degli ospedali militari. A livello territoriale, le funzioni di assistenza spirituale sono svolte dai primi cappellani capi  (con il grado di maggiore), dai cappellani capi  (con il grado di capitano) e dai cappellani addetti(con il grado di tenente). I cappellani hanno giurisdizione di tipo parrocchiale.

L'Ordinariato militare in Italia (OMI) è una chiesa particolare equiparata ad una diocesi ed un ufficio dello Stato; ha giurisdizione su tutti i militari delle forze armate italiane, sui loro familiari conviventi e sul personale civile in servizio alle forze armate.

 

Salvatore Veneruso

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto