Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

CARO MONTANARI 06/10/2017

"Caro" Montanari,

A Democrazia Atea sta a cuore uno specifico argomento, ovvero la separazione tra Stato e Chiesa e la necessità che lo Stato sia ateo ovvero che escluda dalla cosa pubblica qualunque ingerenza da parte delle autorità religiose.

Abbiamo capito che il Brancaccio è la stampella della teocratizzazione.

Ne prendiamo atto.

Caro Montanari, non è una gara tra pensieri filosofici, la questione è ancora più semplice, è la differenza tra democrazia e teocrazia e voi, come riferimento ideale avete scelto la seconda.

Anche stamani, caro Montanari, pubblichi un editoriale richiamandoti a Bergoglio, che vuoi che ti dica, anni di lotte di emancipazione per i diritti delle donne e per la tutela delle differenze, buttati alle ortiche.

Visti i riferimenti citati vuol dire, caro Montanari, che hai scelto, né più e nemmeno, come i Fedayn scelsero Khomeini.

 

ritorna alle news
Altre News
L'ITALIA SBRICIOLATA
Il disastro di Genova
Leggi tutto
DIRITTO ALLA CONOSCENZA
Tutti gli uomini per natura desiderano sapere
Leggi tutto
LURIDE ZAMPE
Non abbiamo dimenticato le responsabilità della Chiesa cattolica...
Leggi tutto