Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

CARO MONTANARI 06/10/2017

"Caro" Montanari,

A Democrazia Atea sta a cuore uno specifico argomento, ovvero la separazione tra Stato e Chiesa e la necessità che lo Stato sia ateo ovvero che escluda dalla cosa pubblica qualunque ingerenza da parte delle autorità religiose.

Abbiamo capito che il Brancaccio è la stampella della teocratizzazione.

Ne prendiamo atto.

Caro Montanari, non è una gara tra pensieri filosofici, la questione è ancora più semplice, è la differenza tra democrazia e teocrazia e voi, come riferimento ideale avete scelto la seconda.

Anche stamani, caro Montanari, pubblichi un editoriale richiamandoti a Bergoglio, che vuoi che ti dica, anni di lotte di emancipazione per i diritti delle donne e per la tutela delle differenze, buttati alle ortiche.

Visti i riferimenti citati vuol dire, caro Montanari, che hai scelto, né più e nemmeno, come i Fedayn scelsero Khomeini.

 

ritorna alle news
Altre News
QUARTA ASSEMBLEA NAZIONALE DI POTERE AL POPOLO
Napoli 26 e 27 maggio 2018
Leggi tutto
I TRE PORCELLINI E IL LUPO
Favola rivista e corretta
Leggi tutto
MANIFESTO LAICO DI DEMOCRAZIA ATEA
Sul conflitto israelo-palestinese, ancora irrisolto
Leggi tutto