Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

Crocifisso. Chi vince e chi perde 31/03/2011

 

L e battaglie culturali non hanno né vincitori né vinti, le battaglie di civiltà le vincono tutti o le perdono tutti.

La differenza si misura tra chi ne è consapevole e chi non lo è. 

E noi siamo tra coloro che comprendono il valore universale di certe conquiste. 

La Corte Europea ci ha detto che il crocifisso è un simbolo passivo, inteso come inerte, e ci ha detto che addobbarlo nelle scuole pubbliche non costituisce violazione di diritti umani. 

Questa interpretazione, che non condividiamo, non ci fermerà.

Non ci sentiamo culturalmente sconfitti e, a ben vedere, i veri sconfitti sono proprio i cattolici.

Dopo questa sentenza nessun cattolico potrà più serenamente affermare che il crocifisso è un simbolo che “unisce”, né che è pacificamente condiviso.

Dopo questa sentenza il crocifisso è confinato tra coloro che vogliono imporlo con prevaricazione e coloro che non vogliono subirlo.

Ormai il crocifisso è inequivocabilmente, definitivamente e irreversibilmente il simbolo della prepotenza di un gruppo religioso a scapito di chi non aderisce a quella religione.

I cattolici non sono stati in grado di difenderlo come è giusto fare con le cose più care e preziose, che si custodiscono nella riservatezza e nel privato. 

Pur di imporlo hanno accettato di privarlo della valenza religiosa e lo hanno presentato come simbolo culturale, hanno accettato di secolarizzarlo, non si sono sconvolti quando qualcuno ne ha giustificato l’ostensione sostenendo che poteva essere incluso tra gli arredi scolastici, come le sedie e i cestini dell’immondizia. 

Sono stati i primi a dissacrarlo.

E noi accetteremo la sfida culturale e giudiziaria e continueremo a ricordarlo come un simbolo di morte, come un simbolo che ha accompagnato genocidi e guerre, stragi e stupri, sporchi affari e pedofilia.

Non ci appartiene, nemmeno culturalmente, e da oggi abbiamo un motivo in più per toglierlo dalla vista dei nostri figli.

Carla Corsetti

ritorna alle news
Altre News
...QUEL FATTACCIO DELLA PEDOFILIA
CARLA CORSETTI A VENEZIA 22 APRILE ALBERGO AMADEUS ORE 17.30
Leggi tutto
LA MESSA IN TRIBUNALE
Mentre il Consiglio di Stato consente le messe a scuola, i Presidenti dei...
Leggi tutto