Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

CRUDELTA' 23/02/2016

Ancora una volta i cattolici hanno vinto sulla civiltà.

Il decreto Cirinnà privo della adozione del partner è una legge inutile, una di quelle leggi che sancisce la subordinazione dell’Italia al volere della monarchia extracomunitaria confinante, che lavorava da mesi per arrivare a questo risultato.

Sono tutti responsabili, tutte le forze politiche parlamentari si porteranno appresso la vergogna di non essere state all’altezza dei tempi.

E’ responsabile Renzi che poteva porre la fiducia anche senza stralciare dal testo l’adozione del partner, tanto gli inqualificabili del Nuovo centro destra avrebbero votato di tutto pur di rimanere con i loro deretani attaccati alle poltrone ministeriali.

E’ responsabile l’ala meno di destra del PD (dire ala sinistra del PD è uno stolto ottimismo) incapace di contare persino nelle battaglie sui diritti, composta da yes men né più e nemmeno come la destra più antidemocratica di quel partito.

Sono responsabili i grillini quando hanno ritenuto di non doversi contaminare con le geometrie parlamentari dei canguri e degli ostruzionismi, solo perché “quelli del blog” avrebbero potuto accusarli di fare da stampella al PD.

E’ perfettamente inutile dire ora che sono disposti a votare il testo Cirinnà integrale, avranno tempo per rendersi conto che l’etichetta di inaffidabilità che oramai gli ha appiccicato il PD, non valeva per il decreto Cirinnà ma per le amministrative.

Oggi le palandrane vaticane a Palazzo Bartolomeo hanno persino festeggiato i Patti Lateransi e hanno invitato al banchetto tutta la servitù al completo: Renzi, Gentiloni, Pinotti, Alfano, tutti i lacchè del governo italiano sono andati a baciare le pantofole vaticane con il vestito buono, quello della festa dei vassalli alla tavola del feudatario.

Oggi il Vaticano incassa un altro risultato: addomesticando il Parlamento contro le unioni civili si è garantito ancora per decenni una buona fetta di arretratezza sociale, fonte primaria del suo potere.

Grazie a milioni di cattolici medievali, ma anche di atei cattolicizzati, altrettanto oscurantisti, molti bambini italiani che vivono con due mamme o con due babbi non potranno farsi firmare la giustificazione per le assenze a scuola da entrambi, ma solo da uno di essi, e se dovranno andare in gita, solo uno di loro potrà autorizzarli a partire.

Ma ciò che è più grave, se uno dei due genitori dovesse morire, al coniuge superstite potrebbero non essere affidati perché i cattolici non vogliono.

La crudeltà di certi cattolici verso i bambini è inenarrabile.

Anche se non c’è da meravigliarsi, visto che sono permeati da una religione figlicida.

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
QUALCUNO GLIELO DICA
Le dichiarazioni della Serracchiani
Leggi tutto
FACCIAMO LUCE
Carla Corsetti, Segretario nazionale di Democrazia Atea, in conferenza stampa...
Leggi tutto