Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

DI MAIO E LA TRILATERALE 02/05/2016

La Boschi studia da Presidente del Consiglio e ha incontrato la Trilaterale a Roma.

Anche Di Maio studia da Presidente del Consiglio e ha incontrato i membri italiani della Trilaterale all’ISPI.

La Boschi è sembrata più consapevole della sua missione, che era quella di farsi legittimare riferendo ai “Maestri” quali fossero i compitini già svolti tra quelli assegnati.

Di Maio è apparso meno consapevole e ha detto che è andato ad illustrare il suo programma.

Sarebbe comico se non fosse penoso: i membri della Trilaterale decidono da decenni in che modo debbano essere ristretti gli spazi di democrazia e compressi i diritti degli individui, e Di Maio pare abbia davvero creduto che costoro potessero avere il minimo interesse per gli obiettivi del suo partito.

Qualcuno ha fatto notare a Di Maio l’incoerenza di questa partecipazione rispetto alle posizioni di qualche anno fa del suo partito contro la Trilaterale.

E’ stato imbarazzante sentire che confondeva gli incontri all’ISPI con gli incontri istituzionali delle riunioni di capigruppo alla Camera, ponendoli in un improbabile identico grado.

Era evidentemente stordito dal fatto che in quel pranzo c’erano persone “importanti” che avevano mostrato interesse per lui.

I suoi ospiti, piuttosto, avranno di certo valutato che con uno come lui potranno fare ciò che vogliono, in perfetta continuità con Renzi.

La fotografia di Di Maio accanto a Carlo Secchi, già rettore della Bocconi, presidente della berlusconiana Mediolanum, e presidente del ramo italiano della Trilateral Commission, è un marchio indelebile che non elimineremo con un click.

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto