Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

DOVE C'E' PEDOFILIA C'E' CHIESA 27/07/2016

Bergoglio è un gesuita e sapere che un suo fidato collaboratore è un pedofilo, a quanto pare non gli procura il minimo imbarazzo.

Il suo consigliere economico Pell fino ad ora era stato accusato di aver ripetutamente coperto preti pedofili.

Secondo il diritto canonico coprire dei pedofili è imposto dalla direttiva crimen sollicitationis che Bergoglio si guarda bene dall'abrogare.

E siccome la pedofilia nel diritto canonico è tutelata, Bergoglio ha mantenuto Pell in carica e ha fatto finta di niente.

Ora Pell è accusato di essere stato anche lui un predatore sessuale seriale negli anni '70.

E Bergoglio, che di certo lo ha saputo prima della stampa italiana, continua a mantenerlo tra i suoi consiglieri.

Sapere che un proprio collaboratore ha coperto degli stupratori di bambini metterebbe in imbarazzo chiunque.

Sapere che non solo ha protetto e coperto degli stupratori ma è stato anche lui un predatore sessuale seriale, farebbe rabbrividire chiunque, ma non Bergoglio.

Continueranno anche domani mattina a pregare insieme per lo stesso dio, il dio denaro.

Ribrezzo infinito.

ritorna alle news
Altre News
LO STATUTO DI PAP
Votazioni 6, 7, 8, 9 ottobre
Leggi tutto
LA SINISTRA
Analisi del risultato elettorale in Svezia
Leggi tutto
C'ERA UNA VOLTA UN RE
Il monarca che protegge i predatori sessuali
Leggi tutto