Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

DUE DOMANDE AL MINISTRO GIANNINI 30/11/2014

On.le Ministro Giannini,

nella nota prot. n. 1137 del 22 aprile 2014, il Dipartimento per l’Istruzione del Miur ha comunicato, mediante tabelle, i quadri orari delle materie di insegnamento previste nei Cpia, i Centri provinciali per l’istruzione degli adulti, che a partire da quest’anno, sostituiscono le scuole serali.

Nella ripartizione oraria del monte ore annuo nei diversi assi culturali si legge: “Sono comprese 33 ore da destinare all’insegnamento della religione cattolica per gli studenti che intendono avvalersene o ad attività ed insegnamenti di approfondimento la cui assegnazione agli assi è rimessa all’autonoma programmazione collegiale del Centro”.

Poiché un anno scolastico è formato da 33 settimane, si farà un’ora di religione a settimana.

Democrazia Atea pone alcune domande:

1)Premesso che gli adulti che frequenteranno le scuole serali normalmente hanno la necessità di aumentare le proprie conoscenze per avere maggiori possibilità di accesso al mondo del lavoro, l’introduzione dell’ora di religione, secondo la visione del suo Governo, in che modo potrà raggiungere questa finalità?

2)Premesso che gli istituti scolastici sono privi di risorse finanziarie, l’introduzione dell’ora di religione nelle scuole serali sarà onere sottratto alle materie scientifiche o umanistiche?

Abbiamo noi una risposta per lei e il suo Governo: il vostro cattolicesimo spalmato nei meandri delle istituzioni pubbliche, ha un retrogusto di crimine contro l’umanità.

 

Carla Corsetti

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto