Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

I diritti LGBT 31/10/2010

 

 

 

Il problema è che negli ultimi 30 anni la società italiana e l'opinione pubblica si sono democristianizzate, clericalizzate, non sono più cittadini ma sudditi, le elezioni non sono più libere nè democratiche sia per questa orrenda legge elettorale che fa si che il parlamento sia nominato dalle segreterie dei partiti portando poi alla nascita di disgustose cricche sia perchè tutto il sistema mediatico è in mano a Berlusconi e quindi tutto ciò che è contro di lui, il governo, la chiesa e la sua dottrina vengono censurati, filtrati e distorti disinformando la gente sia perchè ormai ogni 2/3 anni c'è un ripetitivo, tragico e decadente referendum tra berlusconiani e anti berlusconiani, tra fascisti e antifascisti, tra clericali baciapile e laici, razionalisti, credenti illuminati, atei ecc.., tra assolutisti e relativisti, tra razzisti e interculturali insomma un'Italia spaccata in due, una parte incivile, antidemocratica, fascista, xenofoba, razzista, omotransofoba, clericale, maschlista, rozza, esclusiva e una che vorrebbe un Paese al passo con l'Europa dei diritti umani, delle grandi conquiste, nettamente laica.
Per ora sembra aver prevalso la parte più tragica, in questo contesto i radicali hanno fatto molto, però alla fine anche loro fanne parte di questa grande cricca, anche loro si sono alleati con partiti confessionali in passato con Berlusconi ora col PD e a detrimento delle loro battaglie, alla fine restano battezzati, dialogano colla chiesa...più di tanto non osano...la Bonino alle ultime elezioni non s'è certo rovinata a parlare di diritti lgbt, di matrimonio gay, di famiglie omogenitoriali, di legge anti omofobia eccc nonostante questo sono scesi in campo Bagnasco, Berlusconi e Ratzinger per affossarla con tanto di opinione pubblica dietro e messe in sostegno...
Questa è l'Italia del 2010 e se gli italiani avessero veramente avuto a cuore la laicità, la legalità e i diritti umani avrebbero infatti votato radicali negli ultimi 20 anni, la tragica realtà è che invece gli italiani non votano partiti senza dietro preti, cardinali, partiti anticlericali che cioè contrastano con l'ideologia totalitaria che è stata loro inculcata sin da piccoli.
Io mi auguro che alle politiche imminenti ci sia una fetta considerevole di italiani desiderosi del cambiamento, razionalisti, atei, credenti laici e che scelgano DA come motore di questo cambiamento perchè non se ne può veramente più.

Federico Acquarone Caprini

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto