Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

INGERENZE 09/12/2016

La Santa Sede rompe il silenzio e riprende la sua consueta ingerenza negli affari interni del nostro Stato.
Attraverso Parolin, suo Segretario di Stato, Bergoglio ha mandato a dire che sta seguendo da vicino la crisi di governo nel nostro Stato.
Sempre attraverso Parolin, Bergoglio valuta che la bocciatura di Renzi è netta.
Dunque Bergoglio non vuole un Renzi bis, e lo fa sapere a Mattarella.
Aggiunge che, pur nella diversità di vedute, bisogna trovare unità.
Tradotto in simultanea significa che in Vaticano auspicano un nuovo governo con PD e Forza Italia.
Dettano anche un minimo di agenda politica per il nuovo governo: lavoro, giovani, integrazione.
Non manca la consueta attenzione alla famiglia intesa come nucleo chiuso, oggettivamente proteso verso i propri componenti, incapace dunque di solidarietà sociale: gli italiani è così che li vogliono.
Mattarella ha iniziato le consultazioni, e nella calendarizzazione degli incontri non c’è ovviamente il Papa Re, ma non è un problema, attraverso il suo Segretario, Bergoglio ha fatto sapere cosa vuole.

ritorna alle news
Altre News
LAICITA' QUESTA SCONOSCIUTA
La sottomissione clericale di Di Maio
Leggi tutto
PETIZIONE PER IVG AMBULATORIALE
IVG farmacologica
Leggi tutto