Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

LA GIUSTIZIA E L'ETICA 30/11/2013

Il lupo perde il pelo ma non il vizio.

E per lupo intendo il nostro sistema politico.

Il caso Cancellieri getta sale su una ferita ormai incancrenita dalla vicenda Berlusconi: l’abitudine di confondere l’aspetto giudiziario con l’aspetto etico.

Sappiamo benissimo che in uno stato di diritto, un cittadino si deve ritenere innocente fino a quando non interviene una sentenza di colpevolezza.

Diversa è la condizione morale di un politico, che, eletto dal popolo, deve rappresentarlo in maniera specchiata, ancor di più se riveste la funzione di ministro della Repubblica.

Questo semplice concetto dovrebbe far parte del bagaglio culturale di ogni candidato, che, una volta eletto, entra a far parte del sistema politico, un apparato che come obiettivo, dovrebbe avere il raggiungimento di benefici per la collettività e non certo per se stesso.

Ora, tornando al caso Cancellieri, non è più importante sapere se la telefonata la fece la Ministra o l’amica Gabriella Fragni (famiglia Ligresti), a questo punto, in presenza di un sospetto di conflitto di interessi, diventa necessario – ancor di più per una alta carica dello Stato – dimettersi, come accede in tutti i paesi del nord Europa.

Se non ricordo male una ministra inglese si dimise solo perché il marito utilizzò la sua carta di credito per noleggiare un film hard; per la cultura italiana questa è fantascienza, ne sono cosciente, ma le vicende che riguardano il Ministro Cancellieri sono di una tale gravità, da rendere altrettanto scandaloso il comportamento del Presidente Letta che, a spada tratta, difende il suo Guardasigilli. Mi sentirei di dire che la buona decenza imporrebbe le dimissioni anche di Letta.

Difendere tali comportamenti, lascia trasparire la consapevolezza che ciò rientra in una prassi consolidata.

 

Ciro Verrati

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto