Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

La grande abbuffata 30/04/2012

  Il "trucco" dei gruppi per prendere ogni anno altri 120 milioni di euro. 

 

Aggiungiamoci anche questi al finanziamento della politica in Italia: 120 milioni di euro, ovviamente all’anno.

 

Cosa sono?

 

Si chiamano «fondi per il funzionamento dei gruppi», cioè soldi che vanno dalle casse centrali ai gruppi che i partiti (gli stessi che ricevono i 200milioni annui in media di «rimborso elettorale») hanno alla Camera, al Senato, e in tutti i consigli regionali d’Italia.

 

Deputati, senatori e consiglieri hanno indennità e abbondanti rimborsi spese, ma i bilanci prevedono fondi aggiuntivi per le loro eventuali spese come gruppo.

 

Il regolamento del Senato stabilisce che «ai gruppi parlamentari, per l’esplicazione delle loro funzioni, vengono versati contributi a carico del bilancio del Senato, differenziati in relazione alla consistenza numerica dei Gruppi stessi».

E Palazzo Madama nel 2010 ha «trasferito», cioè pagato ai gruppi parlamentari, 38.000.000 euro, mentre la previsione per il 2011 è di 37.600.000.

 

E la Camera?

 

In ossequio al bicameralismo perfetto, fa lo stesso.

 

Perciò succede quello che vediamo, la corsa a creare nuovi gruppi per ottenere altri finanziamenti.

I parlamentari fanno pazzie pur di creare gruppi nuovi!

E le Regioni scimmiottano questa pratica e moltiplicano i gruppi anche loro.

 

Salvatore Veneruso

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto