Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

LA VERA CASTA 31/07/2015

 

La Cassazione finalmente ha disvelato il mercato delle scuole cattoliche e ha imposto il pagamento dell’ICI agli istituti paritari.

Il Consiglio dei ministri della monarchia vaticana confinante, vista la sentenza, si è intromesso negli affari interni del nostro Stato permettendosi di criticare la nostra Magistratura pur non avendo alcun titolo che glielo consenta, ed anzi, un Ministro degli Esteri di uno Stato serio, già avrebbe inviato una nota di disappunto al proprio Ambasciatore.

Lo Stato vaticano, il quale fonda la propria giurisdizione su un coacervo di regole tribali, si permette di giudicare una sentenza della nostra Corte di Cassazione nella quale si afferma un principio giuridico conforme alla nostra Costituzione e in contrasto con gli interessi speculativi della casta clericale.

Attraverso il Segretario generale del loro Consiglio dei Ministri, tale Galatino, hanno dichiarato che sono a rischio di chiusura le scuole cattoliche.

Ebbene, se devono essere sottratti 542,00 milioni di euro l’anno alle scuole pubbliche per mantenere le scuole private, ben venga la loro chiusura.

Se è vero che il monarca del Vaticano Bergoglio, in arte Papa Francesco, vuole una chiesa povera, adesso la Corte di Cassazione gli ha offerto di dimostrarlo con i fatti: pagasse le scuole cattoliche con i soldi dello IOR.

Se avessero dignità non starebbero a piangere miseria ogni volta che viene scalfito un loro ingiustificato privilegio, ma purtroppo sanno che la classe politica è servile e stanno già richiamando all’ordine i Ministri italiani.

Quando il padrone chiama i servi scattano sull’attenti e la dichiarazione del ministro Giannini non si è fatta attendere: “Dovrà esserci una riflessione seria sulla questione” che tradotto significa: “Nessun problema, troveremo il modo di continuare a tassare in modo spropositato gli italiani perché è il solo modo che abbiamo per continuare a garantire ogni esenzione fiscale al clero”.

I parassiti vaticani sanno che storicamente ogni forza politica che arriva al potere, si clericalizza sempre più al punto da porsi puntualmente contro la Costituzione.

E dall’ossequio clericale non si sottraggono nemmeno le forze delle opposizioni, ad onta di qualche singolo ed isolato parlamentare.

Il Governo di Renzi, di per sé già clericale e di destra, dietro le quinte si sarà già mobilitato per rassicurare la pretaglia.

Non è difficile ipotizzare che in queste ore, Oltretevere, stiano già abbozzando un decreto, rigorosamente d’urgenza, per scavalcare una delle poche sentenze laiche di questo triste Paese.

 

www.democrazia-atea.it

 

ritorna alle news
Altre News
...QUEL FATTACCIO DELLA PEDOFILIA
CARLA CORSETTI A VENEZIA 22 APRILE ALBERGO AMADEUS ORE 17.30
Leggi tutto
LA MESSA IN TRIBUNALE
Mentre il Consiglio di Stato consente le messe a scuola, i Presidenti dei...
Leggi tutto