Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

Le nostre origini sono greche 30/06/2010

 

Le democrazie moderne sono una evoluzione del pensiero politico, filosofico ed etico dell'antica Grecia, ad onta della battuta d'arresto imposta dal pensiero cristiano.
Che ci piaccia o no la filosofia aristotelica è quanto di più prossimo possiamo avere come riferimento storiografico-politico per una comprensione delle democrazie moderne, intese come migliore governo possibile.

Per quanto personalmente Aristotele preferisse un governo affidato ai ceti medi possidenti, in grado a suo dire di fronteggiare gli opposti estremismi, l'aspirazione utopica era il governo degli "Aristoi" gli uomini migliori.

Ogni aspirazione utopica materializza le sue degenerazioni e per Aristotele il governo degli Aristoi, l'aristocrazia, poteva degenerare da una parte verso l'oligarchia e dall'altra verso la democrazia.

Tra le due forme di degenerazione possibili, Aristotele preferiva comunque la democrazia perchè "la corruzione di pochi è più facile della corruzione di molti".

Se Aristotele fosse vissuto in Italia oggi, avrebbe dovuto teorizzare una terza ipotesi: "l'oligarchia democratica" ovvero un gruppo ristretto di potenti cui il popolo, democraticamente, ha affidato il governo dello Stato, e questa oligarchia, democraticamente, si sta trasformando in tirannide.

Aristotele ci ricorda tuttavia, che gli Ateniesi contro i tiranni inventarono la legge dell'ostracismo: se taluno diventava pericoloso per lo Stato bisognava scriverne il nome su un coccio (ostrakon) e quando se ne raccoglievano seimila, costui veniva messo al bando e allontanato per sempre.

Democrazia Atea ha cominciato a raccogliere i cocci con i quali verrà messa al bando ogni moderna forma di tirannide, politica e religiosa.

ritorna alle news
Altre News
L'ITALIA SBRICIOLATA
Il disastro di Genova
Leggi tutto
DIRITTO ALLA CONOSCENZA
Tutti gli uomini per natura desiderano sapere
Leggi tutto
LURIDE ZAMPE
Non abbiamo dimenticato le responsabilità della Chiesa cattolica...
Leggi tutto