Campagna Tesseramento 2018
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

Lettera al Presidente della Repubblica 31/10/2010

 

Onorevole Presidente, 

 

nella qualità di Segretario Nazionale del partito Democrazia Atea, sottopongo alla Sua attenzione la nostra indignazione per le parole espresse dal Ministro degli Esteri nei confronti degli atei sull'Osservatore Romano. 
Ricordo a me stessa che l'ateismo è una condizione naturale del pensiero e che il proselitismo ateo, al pari del proselitismo religioso, se esercitato ad di fuori delle sedi pubbliche, è tutelato dalla Costituzione. 
Per quanto il partito Democrazia Atea non proponga il proselitismo ateo perchè non rientra nelle finalità statutarie né politiche, non esclude tuttavia che ogni individuo possa e debba liberamente cercare la condivisione del proprio pensiero, ateo o non ateo. 
Esprimo a Lei a nome mio personale e a nome dei sostenitori di Democrazia Atea, la nostra irritazione, profonda e motivata, per i contenuti offensivi e discriminatori espressi dal Ministro, in un accostamento, non casuale, tra l'ateismo e l'estremismo che minaccia la società. 
Respingiamo con decisione le interpretazioni del Ministro perchè è nostro dovere tracciare ai governanti il confine delle esternazioni offensive verso i governati, e mentre lo tracciamo nel contesto della dialettica politica, chiediamo contestualmente il Suo intervento sul piano istituzionale della difesa dei diritti inviolabili. Siamo certi che la Sua personale sensibilità non resterà impassibile di fronte alla gratuità della discriminazione. 
Con alta considerazione. 


Carla Corsetti 
Segretario Nazionale di Democrazia Atea

ritorna alle news
Altre News
L'ITALIA SBRICIOLATA
Il disastro di Genova
Leggi tutto
DIRITTO ALLA CONOSCENZA
Tutti gli uomini per natura desiderano sapere
Leggi tutto
LURIDE ZAMPE
Non abbiamo dimenticato le responsabilità della Chiesa cattolica...
Leggi tutto