Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

NULLA DI NUOVO A VENEZIA 05/11/2015

Le innumerevoli performance del sindaco di Venezia sull'argomento "famiglia" lo hanno ormai da tempo etichettato come uno tra i più beceri oscurantisti e spacciatori del concetto di "stato etico", in barba a tutti i diritti umani e costituzionali.

Fingo stupore nel rilevare che anche nella gestione amministrativa del Comune di Venezia, il Brugnaro non rientra tra i politici da encomiare sotto il profilo etico.

Appare chiaro che 'i conflitti di interesse' lo interessano.

Cinque appartamenti a ridosso dell'hotel Danieli cambiano di destinazione d'uso, da residenziale a ricettivo con una delibera che insinua molti dubbi nelle menti dei veneziani.

Forse perché dietro quel cambio di destinazione d'uso c'è un consigliere comunale del gruppo del sindaco Luigi Brugnaro, vale a dire Marta Locatelli, di professione imprenditrice (suo il vino servito alla cena di gala con Renzi a palazzo Ducale).

Forse perché il marito del consigliere Locatelli, immobiliarista, è il fondatore e titolare della Rental in Italy, società che ha chiesto al Comune il cambio d'uso per quegli appartamenti di proprietà, da 5-6 anni, della consigliera del gruppo Brugnaro.

Che dire? Nulla di nuovo rispetto alla gestione Orsoni.

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA REPUBBLICA PONTIFICIA
Lo strapotere vaticano
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto