Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

PD, TEMPISMO IMPERFETTO 31/05/2013

 Il disegno di legge presentato dal PD per riformare i partiti non rientra tra le priorità del Paese.

Non è pensabile che un qualsiasi soggetto giuridico possa ricevere un solo centesimo pubblico e non debba render conto di come sia stato speso, ma per saperlo è sufficiente assegnare alla Corte dei Conti un potere di verifica.

E comunque il controllo del finanziamento pubblico può essere esercitato indipendentemente dalla forma giuridica che vuole liberamente darsi una aggregazione politica.

Si possono imporre norme più restrittive sulle elargizioni del finanziamento pubblico e nel contempo si possono imporre specifici requisiti prima di assegnarlo.

Ma non è legittimo pretendere che quegli stessi requisiti formali previsti per le elargizioni pubbliche, debbano costituire una necessaria premessa anche per la partecipazione alle elezioni.

Tanto più che i regolamenti parlamentari, una volta che si è stati eletti, vincolano tutte le formazioni, in qualunque modo si siano costituite, agli stessi percorsi burocratici di composizione dei gruppi, di designazione dei capigruppo, di assegnazione dei banchi nelle aule (a destra, sinistra o centro in base ai propri orientamenti ideali e/o ideologici).

In definitiva il Partito che più di altri in questo momento ha bisogno di vagonate di collante per rimettere insieme i cocci delle sue atomizzazioni interne, si fa promotore di regole anche per gli altri.

Non guardare alle proprie necessità e impegnarsi invece per ridefinire le realtà politiche altrui, ha il sapore, in questo momento, di una fuga nella nebbia del proprio disorientamento.

C'è un tempo per ogni cosa e sbagliarlo può determinare un esito contrario a quello sperato.

Il PD, anche questa volta, è riuscito ad essere tafaziano.

 

Carla Corsetti

 

 

ritorna alle news
Altre News
...QUEL FATTACCIO DELLA PEDOFILIA
CARLA CORSETTI A VENEZIA 22 APRILE ALBERGO AMADEUS ORE 17.30
Leggi tutto
LA MESSA IN TRIBUNALE
Mentre il Consiglio di Stato consente le messe a scuola, i Presidenti dei...
Leggi tutto