Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

POVERI DI SPIRITO 29/01/2017

Dopo mille giorni di bischerate renziane, a quanto pare i nostri conti pubblici sono talmente peggiorati al punto che Bruxelles ha ordinato una manovra correttiva di 3,4 miliardi di euro.

Sorvoliamo per un momento sul fatto che la politica economica e monetaria sia imposta da organismi non elettivi e non è determinata quantomeno collegialmente.

Resta il fatto che il Governo a guida PD di certo andrà ad aumentare il carico fiscale degli italiani in una spirale perversa che non porta alcun beneficio, né a breve né a lungo termine.

Di certo non saranno minimamente diminuite le spese militari che continuano a viaggiare alla stratosferica cifra di quarantunomila euro al minuto.

E di certo non saranno tassate le proprietà immobiliari che insistono sul suolo italiano e che appartengono alla più grande organizzazione immobiliarista del mondo, meglio nota come Chiesa Cattolica, il cui proprietario la domenica si diverte ad affacciarsi dal balcone della sua abitazione, a pronunciare banalità colossali, nel mentre dà ordine di lanciare palloncini colorati in segno di pace.

Di certo non si riferisce alla pace sociale perché quella dipende dal welfare, e con evasori fiscali come gli ecclesiastici, il welfare sarà sempre più difficile da ricostituire.

Il lancio di palloncini organizzato nella corte di Bergoglio è più simbolica di quanto non si veda: l’elio è più evanescente dei suoi proclami vuoti, e quei palloncini sono il simbolo piuttosto delle banalità profuse a iosa.

Se la povertà economica determinata da costoro, colpisse solo i poveri di spirito, cattolicamente intesi, avremmo potuto dedurre che era una loro libera scelta.

Invece le ricadute di questo ingiustificato regime di favore verso l’immobiliarista vaticano, si trasforma in povertà per tutti, anche per chi non è povero di spirito.

ritorna alle news
Altre News
IV ASSEMBLEA NAZIONALE - III CONGRESSO NAZIONALE
24 giugno 2017 
Leggi tutto
LA FIGURACCIA DI FRANCESCHINI
Il TAR boccia il Ministro
Leggi tutto