Campagna Tesseramento 2017
Sostienici con il tesseramento o con una donazione

 

Effettua il versamento

Regolamenti
REGOLAMENTO GENERALE

Il nome del partito è Democrazia Atea, d’ora in poi denominato DA in questo documento.

ISCRIZIONE

Possono liberamente iscriversi a DA tutti coloro che condividono le finalità espresse nello statuto.

L’iscrizione al partito è incompatibile con l’iscrizione a movimenti che presentino finalità in contrasto con quelle del partito

L’ammontare della quota associativa è determinata con cadenza annuale dalla segreteria nazionale entro il mese di settembre.

L’iscrizione al partito è individuale e annuale; si richiede attraverso la registrazione e il pagamento della quota di iscrizione prevista sul sito www.democrazia-atea.it e si completa con l’approvazione della richiesta da parte della segreteria di DA.

La segreteria di DA, per motivate ragioni, può rifiutare l’iscrizione al partito. La motivazione del rifiuto verrà inviata al richiedente per mezzo di posta raccomandata, o nel caso possegga una PEC, attraverso quest’ultima.

Con l’iscrizione si assumono diritti e doveri nei confronti degli altri iscritti e verso il partito, come stabilito dallo statuto e dal presente regolamento.

 

DIRITTI DELL’ISCRITTO A DA

Ricevere la tessera di DA.

La tessera viene spedita a mezzo posta all’indirizzo fornito dall’iscritto.

Essere iscritto alla lista degli indirizzi di posta elettronica. Avviene in maniera automatica una volta approvata la richiesta di iscrizione.

Esercitare diritto di voto durante le assemblee del partito nei casi previsti dal regolamento assembleare

Partecipare alla vita del partito, contribuendo alla formulazione delle sue scelte, attraverso liberi interventi nelle discussioni, esprimendo e sostenendo le proprie posizioni ideali, culturali e politiche.

Partecipare al congresso nazionale;

Avanzare proposte di candidature per le elezioni politiche nazionali e locali, per gli organi dirigenti e le delegazioni congressuali, nel rispetto delle norme statutarie e regolamentari.

DOVERI DELL’ISCRITTO A DA

Ogni iscritto, ha il dovere di concorrere con il proprio impegno all’azione politica del partito e dei suoi rappresentanti politici, e più precisamente:

- contribuire alla diffusione delle posizioni politiche e dei valori fondanti del partito;

- rispettare le regole dello statuto, del presente regolamento e le leggi dello stato;

- partecipare in modo attivo e democratico alla vita del partito;

- pagare regolarmente la quota di iscrizione;

- contribuire al sostegno finanziario del partito.

 

DECADENZA O RITIRO DELLA QUALIFICA DI ISCRITTO

Si perde la qualifica di iscritto: per dimissioni, presentate per iscritto e inviate alla segreteria nazionale; per decadenza, a seguito di mancato pagamento della quota associativa annuale; per espulsione, inflitta a seguito di procedimento disciplinare, condotto secondo il presente regolamento (inserire riferimento) .

 

 MODALITÀ PARTECIPATIVE

DA utilizza la potenzialità offerta dalle nuove tecnologie per svolgere gran parte della sua attività politica. Le  modalità con cui un iscritto può partecipare all’attività di DA sono molteplici e di seguito elencate.

 

SITO UFFICIALE

Il sito ufficiale del partito www.democrazia-atea.it è gestito dalla Segreteria o da iscritti da lei designati, congiuntamente o meno a società di consulenze e servizi informatici, che seguono sempre e comunque direttive e indicazioni di DA.

Sul sito sono pubblicate le deliberazioni e tutte le notizie sulle attività del partito; è consentita la registrazione degli aderenti e degli associati; attraverso la rete internet si svolgeranno consultazioni e iniziative di democrazia diretta, con il coinvolgimento anche periodico di cittadini, aderenti e associati sui temi di rilievo per l’attività di DA;

 

SOCIAL NETWORK

E’ inoltre favorita e promossa la partecipazione degli aderenti e associati ai social network e alle altre forme di aggregazione in rete.

 

CONGRESSO

Il congresso nazionale è il luogo nel quale il confronto avviene solamente tra gli iscritti e attraverso il voto a maggioranza degli aventi diritto.

Il congresso:

elegge il segretario nazionale;

approva le eventuali modifiche allo statuto del partito con il voto qualificato dei due terzi degli aventi diritto.

Il congresso si svolge in via ordinaria ogni anno ed  è convocato dal segretario nazionale attraverso internet, social network ed altri mezzi idonei al raggiungimento degli iscritti. Il congresso può essere convocato in via straordinaria qualora il segretario nazionale ovvero due terzi degli iscritti ne facciano richiesta scritta. Il congresso si svolge nel comune ritenuto più idoneo dalla segreteria.

I lavori congressuali sono tenuti dai componenti della segreteria nazionale nonché dai segretari delle agorà comunali provinciali e regionali conformemente al regolamento congressuale.

La segreteria nazionale alla convocazione dei lavori, acquisisce l’elenco delle iscritte e degli iscritti. Nella stessa data le iscrizioni ai fini congressuali vengono bloccate. Un regolamento congressuale, approvato dalla segreteria nazionale, stabilisce l’ordine del  giorno e le norme per l’elezione degli organi politici ed amministrativi e per lo svolgimento del congresso.

 

ASSEMBLEA NAZIONALE

L’assemblea nazionale è la massima espressione della vita democratica del partito; è il luogo in cui vengono scambiate e dibattute le diverse voci e idee e dove si delineano scelte politiche e programmatiche nella dialettica interna tra iscritti e non iscritti. Possono infatti parteciparvi anche persone non iscritte che intendono portare un contributo di idee al partito. L’assemblea nazionale viene indetta dal segretario nazionale e i lavori congressuali sono tenuti dai componenti della segreteria nazionale nonché dai segretari delle agorà comunali provinciali e regionali.

Sono invitati a partecipare all'assemblea  i rappresentanti dei partiti e dei movimenti politici, delle organizzazioni culturali, professionali, sindacali e sociali operanti nel territorio.

 

ORGANI RAPPRESENTATIVI

La segreteria decide se le deliberazioni debbano essere prese a maggioranza semplice o con un quorum qualificato dei due terzi dei votanti presenti.

 

SEGRETARIO NAZIONALE

Il segretario nazionale è il rappresentante politico del partito, garante dell’ordinamento, determina gli orientamenti politici e programmatici del partito ed è responsabile dell’uso del simbolo.

Il segretario eletto in sede di fondazione del partito dura in carica fino alla prima convocazione del congresso. Successivamente verrà eletto ogni anno dal congresso nazionale secondo le modalità contenute nel regolamento congressuale.

In caso di impedimento, o di dimissioni del segretario, il vice segretario subentra nella gestione e nell’indirizzo politico fino ad un nuovo congresso che procederà all’elezione del nuovo segretario Le candidature a segretario  sono presentate alla segreteria nazionale, prima  dell’assemblea nazionale  convocata appositamente per la rielezione del segretario.

Insieme alla candidatura, i candidati presentano una relazione illustrando le modalità con le quali intendono attuare il programma politico e se ritengono di doverlo modificare o integrare in ragione delle mutate condizioni sociali  e/o economiche, sottoponendo le rispettive  mozioni alla discussione e al voto.

 

SEGRETERIA NAZIONALE

Il segretario è coadiuvato nella sua azione dalla segreteria nazionale, i cui componenti sono scelti dal segretario.

La segreteria nazionale composta da massimo 5 elementi, più il segretario, è l’organo che svolge funzioni esecutive e consultive.

La segreteria nazionale determina autonomamente le forme di organizzazione e la pubblicità dei propri lavori e conclude di regola le proprie riunioni con l’approvazione di documenti che fissano linee di azione e scelte impegnative per il partito.

La segreteria nazionale è convocata e presieduta dal segretario del partito, con l’ordine del giorno da esso fissato. Durante i processi decisionali, in caso di disaccordo tale da non permettere una decisione univoca, la segreteria si rimette alla decisione del segretario. Compiti della segreteria sono anche dirimere le controversie che possono crearsi all’interno degli organi del partito e nominare un comitato etico.

Il segretario può decidere in qualunque momento, motivandola, la sostituzione di uno dei componenti della segreteria.

 

COMITATO ETICO

Il comitato etico è composto da un collegio di probi viri nominato dalla  segreteria nazionale i cui compiti sono:

- controllare i criteri di indipendenza e imparzialità;

- eleggere il proprio presidente, con la maggioranza dei voti validamente espressi;

- adottare  un regolamento interno per l’esercizio delle proprie funzioni e definire un regolamento disciplinare entro un mese dalla sua elezione;

- sanzionare o espellere gli iscritti venuti meno alle norme statutarie;

- vigilare sui casi di discriminazione ed assumere sanzioni disciplinari;

- verificare la corretta applicazione delle norme statutarie.

 

TESORIERE

Il tesoriere del partito è eletto dalla segreteria nazionale entrante.

In caso di mancata maggioranza all'interno della segreteria,  sarà prevalente il voto del segretario.

Il tesoriere è responsabile delle attività economiche, patrimoniali e amministrative del partito e ne ha rappresentanza legale e giudiziaria attiva e passiva.

Il regolamento finanziario ne disciplina i poteri.

Il tesoriere svolge funzioni di indirizzo e di controllo delle attività economiche e patrimoniali del partito, nell’ambito dei poteri ad esso attribuiti dal regolamento finanziario.

In caso di dimissioni e revoca del tesoriere, le funzioni amministrative e contabili restano  a carico del segretario nazionale mentre la rappresentanza legale giudiziaria attiva e passiva sarà del vice segretario nazionale, fino a nuova nomina del tesoriere che, una volta in carica, riassumerà su di sé entrambe le funzioni.

Il partito ha una propria autonomia patrimoniale che dipende dagli atti e dai rapporti giuridici, economici e patrimoniali da esso posti in essere.

In conformità alle normative vigenti per le attività degli enti non commerciali viene espressamente stabilito che: il partito non può distribuire agli iscritti, anche in modo indiretto, utili o avanzi di gestione, risorse o capitale, per tutta la durata della sua attività salvo diverse disposizioni di legge; in caso di scioglimento della struttura organizzativa, il suo patrimonio, salvo diversa destinazione imposta per legge, sarà devoluto secondo quanto stabilito dalla segreteria; il partito redigerà ed approverà annualmente un rendiconto economico e finanziario nei tempi e con le modalità previste dal regolamento finanziario.

MODALITÀ DI CANDIDATURA

Le candidature  sono presentate alla segreteria nazionale, prima  del congresso nazionale. La segreteria comunicherà i termini e le modalità per la presentazione delle candidature.